Apre a Firenze il nuovo <br>Museo degli Innocenti: tante le attività per i bambini CategoriesLaboratori creativi

Apre a Firenze il nuovo
Museo degli Innocenti: tante le attività per i bambini

Non un semplice museo ma uno spazio dedicato all’infanzia e alla storia di un’istituzione che per circa sei secoli ha tutelato i diritti dei più piccoli: è il nuovo Museo degli Innocenti, che aprirà a Firenze il 24 giugno, dopo un lungo lavoro di ampliamento e restauro.

Il progetto culturale su cui si basa il percorso museale integra tutto il patrimonio documentario e artistico dell’Istituto degli Innocenti in un nuovo racconto che crea un filo continuo con la storia di Firenze.

Ecco qualche anticipazione sulle opere esposte e sui momenti educational per i bambini, le scuole e le famiglie, realizzati con il sostegno di GIOTTO colore ufficiale delle attività laboratoriali.

Un museo unico nel suo genere

Per più di sei secoli l’Ospedale degli Innocenti, ospitato nei bellissimi chiostri progettati dal Brunelleschi in Piazza della SS. Annunziata, ha accolto i bambini non riconosciuti di Firenze, i cosiddetti “nocentini”: un ruolo importante che il nuovo Museo degli Innocenti celebra con un percorso unico del suo genere.

La particolarità del Museo sta proprio nell’aver unito arte, architettura e storia dell’infanzia in un unico racconto dedicato alle attività per la tutela e la promozione dei diritti dei bambini nel corso dei secoli. Perché all’ Ospedale degli Innocenti i piccoli orfani non trovavano solo accoglienza ma anche la garanzia di un futuro, grazie all’insegnamento di un mestiere. Tutto questo narrato in più di 1400 mq di percorso espositivo disposti su tre livelli.

Vi saranno inoltre altri 1600 mq a disposizione per eventi temporanei e attività educative sempre legate ai temi dell’infanzia.

Il Museo degli Innocenti ospiterà infatti:

  • laboratori artistici per bambini e famiglie realizzati con il sostegno di GIOTTO;
  • mostre;
  • convegni e attività di formazione per insegnanti ed educatori;
  • un bookshop specializzato per bambini e ragazzi, dotato anche di uno spazio per l’allattamento;
  • un punto accoglienza per residenti e turisti che vogliono visitare Firenze.

Infine, da non perdere, la Galleria al secondo piano, in cui sarà possibile ammirare circa 80 preziose opere d’arte di proprietà dell’Istituto degli Innocenti, tra cui spiccano quelle di Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Luca e Andrea della Robbia e Giovanni del Biondo.

>>> Ecco qualche anticipazione:

La-storia-nella-matitaL’installazione “La Storia nella Matita”

Durante la visita al Museo il pubblico sarà anche invitato a lasciare su un grande libro una traccia del proprio passaggio attraverso un messaggio o un disegno, utilizzando un oggetto senza tempo: la matita, da quella colorata GIOTTO Stilnovo a quella in grafite che FILA ha personalizzato per l’occasione con la linea del tempo dell’Istituto degli Innocenti. In questo modo, i visitatori prenderanno parte alla storia collettiva di questo importante luogo, un centro multidisciplinare che racconta la storia dell’ente – oltre che di Firenze – dal Quattrocento a oggi. Il risultato sarà una grande installazione interattiva, “La Storia nella Matita”, in cui i fogli con le annotazioni del pubblico simuleranno le foglie sui rami degli alberi, linfa vitale della storia dei ricordi.

 

>>> Guarda le foto dell’installazione:

 

F.I.L.A sostiene, atttaverso il marchio GIOTTO, le attività laboratorialiGiotto, colore ufficiale delle attività laboratoriali

Negli spazi completamente rinnovati del Museo proseguiranno le attività della Bottega dei Ragazzi, lo spazio dedicato ai più piccoli, alle famiglie e alle scuole.

I suoi laboratori creativi a ingresso gratuito, per bambini dai 3 agli 11 anni, si ispirano alla filosofia dell'”imparare facendo”, nello spirito delle antiche botteghe rinascimentali. In Bottega si sperimentano infatti le varie tecniche artistiche, si viaggia alla scoperta di Firenze e delle sue meraviglie, si scopre la storia dei bambini che per secoli sono cresciuti in quelle mura.

Le proposte della Bottega dei Ragazzi sono sostenute da GIOTTO colore ufficiale delle attività laboratoriali, da sempre impegnato nel promuovere la creatività.

Inoltre, come già anticipato, GIOTTO sarà anche l’anima dell’installazione “La Storia nella Matita”, lo special corner dove i visitatori del Museo saranno invitati a lasciare una traccia del proprio passaggio.

Leggi cosa hanno scritto la stampa e gli altri media su questa collaborazione: