Evviva la scuola! CategoriesPremi e Concorsi

Evviva la scuola!

Un progetto speciale realizzato in collaborazione con La Repubblica per raccontare e condividere, con una vetrina d’eccezione, i lavori delle scuole vincitrici del concorso Cento di questi anni e per augurare a tutti buon anno scolastico.

 

I concorsi che FILA porta nelle scuole italiane ormai da diversi anni sono nati per supportare e dare voce alla creatività.  “Cento di questi anni”, la special edition di Premio GIOTTO La Matita delle Idee e Premio LYRA – pensata in occasione del Centenario dell’azienda nel 2020 –, si è svolta lungo due anni scolastici (2019-2021) e ha sottolineato con grande forza la voglia di fare, di esserci, di accendere e condividere la creatività di insegnanti e ragazzi.

Sono stati due anni complessi che però non hanno spento l’entusiasmo di lavorare e progettare insieme, di mettersi alla prova su temi complessi – come in questo caso l’arte del Novecento – anche se a volte attraverso dinamiche diverse rispetto a quelle alle quali eravamo abituati.

È questo che ci dicono gli splendidi elaborati vincitori di Cento di questi anni. Ci parlano di impegno, dedizione, passione e creatività.

Per riuscire a valorizzare tutta questa bellezza, abbiamo costruito insieme a La Repubblica un approfondimento giornalistico attraverso il quale mettere in luce i lavori realizzati in modo corale dalle 100 scuole vincitrici, dagli insegnanti e dai ragazzi.

Ieri uno speciale sul quotidiano ha introdotto il tema del ruolo centrale della scuola per la società e per il nostro futuro, da oggi e per alcune settimane sul sito de La Repubblica sarà fruibile un contenuto speciale dove sarà possibile visualizzare tutti e 100 gli elaborati vincitori di Cento di questi anni. Una gallery virtuale per apprezzare tutti i lavori che sarà possibile condividere anche via social e farli conoscere ad un pubblico ancora più ampio.

Un omaggio al mondo della scuola e al suo ruolo guida, agli insegnanti e ai ragazzi. Il nostro modo per augurare a tutti un buon anno scolastico. Speriamo all’insegna di una ritrovata normalità, di tanto colore e creatività.