Giudizio Universale: </br>prosegue nel 2019 </br>il progetto didattico con le scuole CategoriesLaboratori creativi

Giudizio Universale:
prosegue nel 2019
il progetto didattico con le scuole

Un format multimediale e interattivo che intreccia arte e intrattenimento per educare alla bellezza: è il progetto didattico dedicato alla Cappella Sistina, pronto a ripartire, insieme alla nuova stagione dello spettacolo “Giudizio Universale.Michelangelo e i segreti della Cappella Sistina”, per coinvolgere sempre più studenti grazie anche agli ArtKit di FILA. Scoprite con Diario Creativo come partecipare con la vostra classe

Più di 33mila studenti di circa 400 scuole del Lazio accompagnati da quasi 3mila docenti, 60 repliche: sono davvero impressionanti i numeri che in soli 6 mesi, nel 2018, sono stati realizzati da Artainment@School, il progetto didattico di endutainment legato allo spettacolo “Giudizio Universale. Michelangelo e i segreti della Cappella Sistina” ideato da Marco Balich e andato in scena lo scorso anno presso l’Auditorium Conciliazione di Roma.

Ora tutto è pronto per far proseguire l’esperienza anche nel 2019, sul territorio nazionale, perché oltre all’ufficio scolastico regionale del Lazio hanno già aderito quelli di Lombardia, Liguria Piemonte e Toscana e proprio in questi giorni si stanno svolgendo alcuni roadshow di presentazione in queste regioni.

Un progetto in 3 fasi

Il format di Artainment@School si sviluppa in 3 fasi, indipendenti l’una dall’altra che possono perciò essere realizzate anche singolarmente:

Il sito rappresenta uno strumento didattico innovativo, dove è possibile trovare materiale approfondito e originale per i docenti, percorsi sulle professioni dello spettacolo e il frutto della creatività dei ragazzi.

Inoltre, per la metodologia e i contenuti con cui è stato creato, può essere inserito all’interno del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) per gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado. Importante poi ricordare che tutto il progetto è stato concepito e sviluppato con particolare attenzione all’inclusione di alunni con bisogni educativi speciali, come per esempio l’alta leggibilità per facilitare la lettura degli allievi dislessici.

  • fase esperienziale – prevede la partecipazione delle scuole allo show permanente, una forma di spettacolo dal vivo senza precedenti con proiezioni immersive a 270°, teatro, musica, tecnologia.

Per informazioni sulle modalità di partecipazione e prenotazioni https://artainmentatschool.com/contatti/

  • fase pratica – in cui studenti e insegnanti si mettono alla prova, in classe, attraverso la produzione di un elaborato originale ispirato al lavoro di Michelangelo che sarà pubblicato nella gallery digitale su https://artainmentatschool.com/, oltre che esposto nel foyer dell’Auditorium Conciliazione, per essere condiviso con tutto il pubblico dello spettacolo.

Una proposta che si rivolge a esperti e neofiti e che pone particolare attenzione alle nuove generazioni. Per questo motivo FILA ha abbracciato con entusiasmo l’iniziativa, donando alle classi che partecipano allo show gli speciali ArtKit, con all’interno tutto il necessario per proseguire l’esperienza immersiva e rendere gli studenti attori protagonisti grazie alle loro opere: “Il libro delle Emozioni” per le classi della scuola primaria e secondaria di I grado e “Il Libro dell’Ingegno” per quelle della secondaria di II grado.

 Come partecipare?

Su http://artainment.mno14.com/nl/artainmentws_page5.mn potrete iscrivere la vostra classe al progetto, scegliendo le fasi a cui intendete partecipare.

 Tutti artisti con gli artKit di FILA!

Negli ArtKit consegnati al termine dello show troverete tutti gli strumenti utili per aiutare i ragazzi a scatenare la propria creatività.

IngegnoNel kit “Libro dell’Ingegno” i giovani dai 14 ai 19 anni troveranno infatti materiali tecnici e spunti per riflettere sulla genialità e l’innovazione che spiccano durante la visione dello spettacolo, a partire dal genio di Michelangelo, dalla magnificenza della Cappella Sistina, del ‘500 e della Roma del Rinascimento.

I ragazzi sono quindi invitati all’uso della scrittura calligrafica per dare ai progetti più personalità: si pensi a Leonardo che mescolava scrittura e disegni, in tutti i campi, o agli stessi scritti di Michelangelo, che riusciva a raccontare solo e quasi sempre attraverso le rime con una sapiente e sinuosa calligrafia i suoi progetti e i pensieri che li precedevano.

 

emozioni

Con gli strumenti contenuti invece nell’ArtKit dedicato al “Libro delle Emozioni” gli studenti dagli 8 ai 13 anni avranno modo di realizzare, chi singolarmente, chi a gruppi o come intera classe, una o più tavole che contengano un messaggio, un disegno, oppure un mix delle due cose.

Il fine è creare degli elaborati capaci di trasmettere, descrivere e raccontare, in forma bidimensionale, le emozioni provate durante la visione dello spettacolo o suggerite dall’opera di Michelangelo.

Il tutto in piena libertà, mescolando parole, disegni, carte e colori.

 

Tante idee per il lavoro in classe

Continuate a restare con Diario Creativo: ogni mese vi regaleremo spunti e consigli utili per guidare i ragazzi nella creazione della loro opera!

Guarda il video per  scoprire tutti i numeri del progetto:

E scorri la photogallery per ammirare  alcuni momenti dello spettacolo: