La festa dell’Epifania in Italia e nel mondo | FILA CategoriesEducazione creativa

La festa dell’Epifania in Italia e nel mondo | FILA

L’Epifania tutte le Feste porta via… ma non le tradizioni e la creatività.

In Italia, il 6 gennaio è la festa della Befana. Ma quali sono le sue origini? Viene festeggiata solo da noi? Diario Creativo ci porta alla scoperta delle tante e diverse usanze legate a questa giornata.

Chi è la Befana e da dove viene?

La Befana, alterazione lessicale di Epifania attraverso befanìa, è una figura popolare legata alle Feste di fine anno, tipica di alcune regioni italiane e diffusa poi in tutta la penisola, meno nel resto del mondo.

befanaUna gonna lunga, scura e ampia, un grembiule, uno scialle, un fazzoletto o un cappello, un paio di ciabatte consunte e tante toppe colorate a rallegrare il tutto, così è la Befana nell’immaginario collettivo italiano. Una simpatica vecchietta che la notte tra il 5 e il 6 gennaio, su di una scopa di paglia, vola di tetto in tetto e si cala dai camini per riempire con doni, caramelle o carbone, le calze lasciate appese dai bambini.

Le origini della tradizione della Befana vanno ricercate nella cultura popolare, che fonde elementi folcloristici e cristiani, infatti, la figura della Befana è strettamente collegata a quella dei Re Magi. Secondo la leggenda, i Re Magi smarrirono la strada per Betlemme – dove erano diretti per portare i doni a Gesù – e chiesero informazioni a una donna anziana. Nonostante le loro richieste insistenti affinché li seguisse per far visita al piccolo, la donna non li accompagnò. Subito dopo, pentita di non essere andata con loro, preparò un cesto di dolci e si mise a cercarli senza riuscirci. Così, bussò ad ogni porta lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava nella speranza che tra loro ci fosse il piccolo Gesù. Da allora, per farsi perdonare, girerebbe per il mondo portando dolciumi ai bimbi.

Radici pagane e folkloristiche

Anticamente, la 12^ notte dopo il Natale, si celebrava la morte e la rinascita della natura, attraverso la figura pagana di Madre Natura, che la notte del 6 gennaio appariva sotto le sembianze di vecchia strega. Oramai secca, Madre Natura era pronta a essere bruciata come un ramo, per poi rinascere dalle sue ceneri. Prima di morire però, la vecchina passava a distribuire le sementi da piantare durante l’anno successivo. In molte regioni italiane, in questo periodo, si eseguono diversi riti purificatori durante i quali si scaccia il maligno dai campi grazie a pentoloni che fanno rumore o si accendono imponenti fuochi. In alcune aree, si costruiscono dei fantocci di paglia a forma di vecchia che vengono bruciati durante la notte tra il 5 e il 6 gennaio.

L’Epifania e le tradizioni nel mondo.

Come avviene per le altre tradizioni di Natale, anche per il giorno della Befana ogni Paese ha le sue usanze.

In Spagna, la sera del 5 gennaio, tutti i bambini mettono davanti alla porta un bicchiere d’acqua e qualcosa da mangiare per i cammelli dei Re Magi, svegliandosi poi presto la mattina successiva per scoprire i regali che hanno ricevuto.
In Francia, nel giorno della Befana si fa un dolce speciale, all’interno del quale si nasconde una fava. Chi la trova diventa il re o la regina della festa.
In Islanda, il 6 gennaio viene chiamato il tredicesimo, perché da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni, ed è l’ultimo giorno del periodo di Feste. Si dice addio al Natale con una fiaccolata alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi, che si conclude con i fuochi d’artificio.

In Romania, invece, la festa dell’Epifania rappresenta la venuta dei Re Magi ed è un giorno festivo. Ancora oggi in alcuni paesini,

i bambini bussano alle porte per chiedere se possono entrare a raccontare storie e ricevere in cambio qualche spicciolo.
In Italia, secondo la tradizione si deve appendere una calza al caminetto, o vicino a una porta o a una finestra, così la mattina successiva, se si è stati buoni, la si troverà piena di doni, altrimenti colma di carbone!

E voi, avete già preparato la calza?

Create la vostra, oppure lasciatevi ispirare dal contenuto creativo della GIOTTO be-bè calza super personalizzabile o dalle magiche sorprese della Didò Calza della Befana Frozen 2.

Buona Epifania a tutti!