Le mostre da vedere </br>per studiare e reinterpretare l’arte CategoriesPremi nazionali per le scuole

Le mostre da vedere
per studiare e reinterpretare l’arte

Oggi vi accompagneremo in un mini tour virtuale alla scoperta di alcune tra le più interessanti mostre da vedere in Italia durante questi primi mesi del 2017, insieme ai vostri figli o ai vostri studenti. Perché  studiare l’arte da vicino può essere molto più stimolante e coinvolgente che osservarla sui libri.

Ammirare un’opera d’arte dal vivo può infatti far scaturire nuove emozioni, notare particolari inediti e addirittura nascere la voglia di reinterpreterla.

Da Rovereto a Napoli, ecco quindi le rassegne che potreste proporre ai ragazzi, all’interno del percorso didattico svolto in classe, magari per aiutarli a trovare lo spunto giusto per partecipare al Premio Refashion-Art!

Umberto Boccioni - Costruzione spiralica, 1913. Museo del '900, Milano
Umberto Boccioni – Costruzione spiralica, 1913. Museo del ‘900, Milano

A Rovereto, per capire il Futurismo

Fino al 19 febbraio il Mart di Rovereto ospiterà la mostra “Umberto Boccioni. Genio e memoria” dedicata a uno dei maggiori esponenti del Futurismo. Con 180 opere tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d’epoca, libri, riviste e documenti, l’esposizione è ideata come un viaggio attraverso le fonti visive che hanno contribuito alla formazione e all’evoluzione dello stile dell’artista: un percorso che può aiutare i più giovani a comprendere meglio l’estetica futurista, in relazione al contesto storico in cui è nata.

 

A Torino, per lasciarsi conquistare dall’arte fiamminga

Terminerà il 19 febbraio anche l’esposizione “Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga” realizzata alla Reggia di Venaria, vicino a Torino e dedicata alla più importante congrega di artisti fiamminghi a cavallo tra il XVI e XVII secolo. Dal capostipite Pieter Brueghel il Vecchio a Jan Brueghel il Giovane, la mostra attirerà di certo l’attenzione dei ragazzi, grazie alle originali rappresentazioni della quotidianità dell’epoca, sempre in bilico tra realismo e senso del grottesco. 

A Milano, per scoprire le origini dello stile barocco in pittura

Da non perdere anche la mostra “Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco”, ospitata a Palazzo Reale, a Milano fino al 26 febbraio: un’altra mostra dedicata all’arte fiamminga, ma questa volta a Rubens e alla sua attenzione per l’arte antica e per i grandi maestri del Rinascimento italiano. Con oltre 70 opere, di cui molte provenienti dai più importanti Musei del Mondo, la rassegna permette di cogliere l’atmosfera che ha contribuito alla formazione del gusto barocco.

A Treviso, per ammirare i Maestri dell’Impressionismo

Prosegue invece fino al 1° maggio la rassegna “Storie dell’impressionismo” allestita al Museo di Santa Caterina a Treviso. Costituita da circa 140 opere (per lo più dipinti, ma anche fotografie e incisioni a colori su legno), la mostra è l’occasione ideale per far ammirare ai ragazzi i capolavori dei grandi protagonisti della scena artistica internazionale di fine ‘800, da Monet a Renoir, da Van Gogh fino a Gauguin.

 

Andy Warhol - Marilyn Diptych, 1962. Tate Modern, Londra
Andy Warhol – Marilyn Diptych, 1962. Tate Modern, Londra

 A Genova, per trarre ispirazione da Andy Warhol

Se con la vostra classe state seguendo il percorso su Refashion-Art che abbiamo pubblicato nei mesi scorsi, questa è la mostra che fa per voi: stiamo parlando di “Warhol. Pop Society” allestita fino al 26 febbraio al Palazzo Ducale di Genova. Si tratta infatti di un’importante retrospettiva sull’artista che ha fatto della reinterpretazione la sua bandiera. Nell’esposizione genovese, tra le 170 opere esposte potrete ammirare le famose rivisitazioni dei ritratti di Marilyn, Mao, Liza Minelli e di tanti altri personaggi celebri.

 

A Napoli, per studiare lo stile di Leonardo

Chiudiamo con una mostra iniziata a gennaio, che durerà fino al 30 marzo: “Leonardo a Donnaregina. I Salvator Mundi per Napoli” allestita dal Museo Ambrosiano di Napoli nel complesso monumentale di Donnaregina. Una rassegna dedicata a Leonardo da Vinci e alla sua bottega, con un’attenzione particolare a un’opera forse meno conosciuta ma affascinante e controversa quanto i lavori più celebri.

Il manifesto di Refashion-Art, il Premio Lyra Maimeri.
Il manifesto di Refashion-Art, il Premio Lyra Maimeri.

E ora tutti all’opera, con Refashion-Art!

Riprendere il punto di vista dei futuristi e applicare il concetto di movimento e velocità a un monumento del passato. Oppure rivisitare in chiave moderna un capolavoro dell’Impressionismo o un’opera di Leonardo da Vinci e Rubens, piuttosto che aggiungere inserire elementi contemporanei in una tipica scena dei Brueghel. O ancora, prendere ispirazione da Andy Warhol e aggiungere un tocco pop a un’icona dell’arte… Tante mostre, tanti spunti interessanti che potranno essere utili ai vostri studenti per creare la propria interpretazione di un capolavoro della pittura o dell’architettura e partecipare così a Refashion-Art, il Premio Lyra Maimeri dedicato agli studenti delle Scuole medie superiori.

In palio, 5 master estivi in illustrazione e tanti altri fantastici premi!

C’è tempo fino al 28 febbraio 2017: scoprite qui tutti i dettagli