Premio Lyra-Maimeri REFASHION-ART:</br> idee per far emergere il talento CategoriesPremi nazionali per le scuole

Premio Lyra-Maimeri REFASHION-ART:
idee per far emergere il talento

5 master estivi presso la prestigiosa scuola di illustrazione Ars in Fabula: a vincerli saranno i primi classificati del nuovo Premio LYRA Maimeri  per i ragazzi delle Scuole Secondarie Superiori.

Scoprite con noi qualche spunto utile per partecipare e continuate a seguirci anche nelle prossime settimane: troverete tanti altri consigli per far emergere il talento.

In quest’ultima tappa del nostro percorso vogliamo invece offrirvi qualche trucco e suggerimento per individuare il soggetto giusto da reinterpretare. Buon divertimento!

Parliamo ancora di grandi

Prendete carta e penna. Un libro sulla storia dell’arte, un computer e provate a chiedervi se esistono delle opere d’arte che vi hanno colpito: un soggetto particolare, lo sguardo di un ritratto, un edificio, una scultura vista in un viaggio, uno scorcio rimasto indelebile nel vostro sguardo. E per ‘colpito’ intendiamo sia per la bellezza che per il fascino trasmesso, ma anche il contrario: un dipinto che non vi ha convinto, un’opera architettonica che vi piace poco e vorreste modificare, per fare qualche esempio.

Siete in buona compagnia, o meglio prima di voi molti famosi lo hanno fatto. Tutti i grandi artisti sin dall’antichità hanno infatti sentito il bisogno di ripensare l’arte vista fino a quel momento, di rinnovare gli oggetti vissuti o di elaborare tecniche interpretative sempre più ricercate e sofisticate.

In molti “ismi” del ‘900 la visione di rottura e di rivisitazione dell’arte del passato diventa un punto fermo, un nodo che caratterizza un secolo ricchissimo di sperimentazioni espressive: estrapolare un oggetto dal proprio contesto e farlo vivere in altra dimensione sembra essere un punto centrale dell’arte del secolo scorso.

Scoprite con noi qualche esempio interessante…

I grandi del ‘900

  • DegasÈ nello stesso ‘900 che Edgar Degas mette un vero tutù di tulle alla sua statua Ballerina di 14 anni in bronzo. La mescolanza di linguaggi e di materiali crea dei precedenti e apre le porte al Ready-made linguaggio che influenzerà tutta la visione dell’arte del ‘900 e dei giorni nostri.
  • Oppure, guardate l’opera di Marcel Duchamp: la sua arte Dada vuole provocare, cambiare il sistema, aprire a nuovi spunti. Marcel dipinge i baffi alla Gioconda di Leonardo, prende un orinatoio e lo gira al contrario e lo chiama Fontana.
  • Provate poi a guardare Andy Warhol: una foto ripensata e colorata trasformata a icona, a simbolo della nuova forma interpretativa grafica che Warhol e la Pop Art vogliono portare nel mondo dell’arte del ‘900. Una forma di rottura con le tecniche del passato e il viso di Marilyn Monroe, di Mao Tse-Tung, del Che Guevara, o della Venere del Botticelli. Sotto nuova veste, nuova forma , colore e più volte ripetuti diventano arte nuova, nuova immagine, nuova espressione, più contemporanea. E la stessa sorte capita alle lattine di zuppa o ai dollari, simboli del consumismo e della produzione industriale che, estrapolati dal contesto, diventano nuove icone. Nuovi soggetti dell’arte.
  • Roy-LichtensteinOppure, se amate le storie a strisce, pensate a Roy Lichtenstein, l’artista della Pop Art celebre per l’inserimento dei fumetti nei suoi quadri. Non utilizza pennellate e campiture grafiche, ma preferisce la tecnica del fumetto stampato a quattro colori (le grandi campiture hanno grandi puntini che simulano la stampa offset) per raccontare stati d’animo e situazioni, immortalando nei suoi quadri, close up di strisce di fumetti, in una ricerca sempre più serrata dell’arte del ‘900, che rivisita continuamente e instancabilmente.

E se cercate altre ispirazioni, guardate questo video con gli spunti di Maria Grazia Rocchetti, la curatrice del progetto Refashion-Art:

Qui infine, poterete trovare alcune utili informazioni di carattere pratico per partecipare al concorso: non ci resta che augurarvi buon lavoro e in bocca al lupo!