Un’estate a regola d’arte: il cinema CategoriesEducazione creativa

Un’estate a regola d’arte: il cinema

Se la settimana scorsa vi siete divertiti a giocare con una forma espressiva senza tempo come il collage, questa volta Diario Creativo è pronto ad affascinarvi con la settima arte, il cinema! Scoprite subito come…

Perché non approfittare della stagione estiva, con i suoi colori, i suoi paesaggi e la sua allegria, per provare a realizzare un piccolo film in famiglia o tra amici? Se grazie a smartphone e tablet oggi è possibile creare con facilità video amatoriali di buon livello, per la definizione della storia è necessario porre un poco più di attenzione. Ma niente paura, con i consigli di Diario Creativo anche questa fase diventerà un gioco coinvolgente per piccoli e grandi, che potrete far durare anche diversi giorni, a seconda del tipo di video che volete realizzare. Non si tratta naturalmente di vere e proprie lezioni di cinema, ma di semplici suggerimenti per aiutarvi a trascorrere in modo originale le calde giornate d’estate.

Ecco come procedere:

2. Scegliete il genere

Quando si inventa una storia, il primo passo è la scelta del genere: coinvolgete tutti nel decidere se il vostro film fatto in casa sarà per esempio un documentario, una divertente commedia, un allegro musical, una romantica storia d’amore o, perché no, un thriller.

2. Definite il soggetto e i personaggi principali

Una volta stabilito il genere della vostra storia, occorre decidere il soggetto, l’argomento che volete trattare: perché magari non documentare il vostro viaggio? O in alternativa raccontare una storia di amicizie nate in spiaggia? Insieme al soggetto definirete anche i personaggi della vostra vicenda, almeno i principali, come il protagonista, i suoi amici ed eventuali antagonisti.

3. Sviluppate la storia e scrivete la sceneggiatura

Ora viene il bello, dare forma alla storia. Per far divertire tutti il consiglio è di aggiungere un pezzo a turno, così la vicenda potrà davvero prendere pieghe inaspettate. Annotate tutto su un quaderno (o se temete di perdervi dei dettagli fondamentali, potete anche fare una registrazione vocale) e poi procedete alla redazione della sceneggiatura, vale a dire alla scrittura dei dialoghi e alla descrizione delle scene, come per esempio l’indicazione dei vari ambienti o delle posizioni dei personaggi. Dato che si tratta di un video amatoriale non è necessario annotare tutto, ma ricordate comunque che tanto più la sceneggiatura sarà particolareggiata quanto più la fase di riprese video sarà semplice e rapida.

4. Trasformate le parole in immagini: lo storyboard

Qualcuno potrebbe ritenere eccessivo questo passaggio, per un filmino tra amici, ma è anche molto divertente, oltre che utile: quindi, perché tralasciarlo? Distribuite fogli, matite e colori e affidate a ciascuno la ricostruzione di uno o più momenti della storia, partendo dalla sceneggiatura. Realizzare uno storyboard significa infatti immaginarsi la scena di un film, l’abbigliamento dei personaggi, i paesaggi, scegliere se focalizzarsi su un volto in primo piano oppure se ampliare la visuale… proprio come se aveste la telecamera in mano.

L’idea vi intriga? Qui potrete trovare tanti spunti utili per realizzare un perfetto storyboard.

5. Ultimo passo: scenografie e costumi

La preparazione del film è quasi ultimata, adesso non vi resta che seguire le indicazioni contenute in sceneggiatura e storyboard e dedicarvi alla realizzazione di costumi e scenografie. Non pensate a nulla di complicato, ma puntate sui dettagli: basterà per esempio un cerchietto con grandi orecchie per trasformare una bimba in topolino o una tavola apparecchiata per suggerire l’idea di casa. Anche in questo caso, dividete le responsabilità tra tutti i partecipanti: sarà percepito come un gioco nuovo.

Ora che il lavoro preliminare è stato fatto, siete finalmente pronti per filmare e poi procedere al montaggio delle varie scene: buon divertimento!

Vi è piaciuta questa idea? Continuare a seguire Diario Creativo per trovare nuovi e originali spunti.