Premio GIOTTO <br>La Matita delle Idee: <br>vinci un’aula da favola! CategoriesPremi nazionali per le scuole

Premio GIOTTO
La Matita delle Idee:
vinci un’aula da favola!

Anche quest’anno in palio per la scuola vincitrice una fantastica aula creativa. Secondo le necessità e i desideri dell’Istituto, all’interno della scuola verrà allestito uno spazio dedicato alla creatività, completo di tutto il necessario per scatenare la fantasia in sicurezza. Inoltre, sono previsti altri premi per i progetti fino al 6° classificato!

La sfida della nuova edizione del Premio GIOTTO per le Scuole Primarie e dell’Infanzia richiederà di creare una favola e illustrarne la morale. Il tema, infatti, è “C’era una volta… favole a colori”.

La favola è infatti un importante strumento educativo, che permette di trasmettere in modo creativo insegnamenti molto importanti per la crescita dei più piccoli.

Ecco alcuni spunti utili per aiutare i più piccoli ad inventare una favola tutta loro e provare così a vincere una fantastica aula creativa!

 I passi per realizzare una favola insieme alla classe

E ora, con il quarto passo, vi diamo qualche spunto per aiutare i vostri alunni a scoprire le dinamiche del processo creativo.

Creare storie: un’abilità che ciascuno possiede

… il processo creativo è insito nella natura umana ed è quindi, con tutto quel che ne consegue di felicità di esprimersi e di giocare con la fantasia, alla portata di tutti.

 Gianni Rodari, introduzione a La grammatica della Fantasia, 1973

Tutti, come scriveva Gianni Rodari, possiamo inventare favole, perché le regole del processo creativo sono innate nel nostro modo di essere.  Recenti ricerche scientifiche hanno addirittura rivelato che le idee più originali nascono non tanto quando cerchiamo di allenare la creatività in maniera conscia, ma piuttosto quando facciamo “riposare” l’emisfero sinistro – la nostra parte logica e razionale – a favore del destro, responsabile invece delle attività visuali e artistiche. Ecco perché è molto importante riuscire a liberare la fantasia, trasformando magari la favola in un gioco. Ed è proprio questo lo scopo di “C’era una volta… favole a colori” promosso da GIOTTO La Matita delle idee: suggerire agli insegnanti qualche spunto utile per aiutare i più piccoli a esprimere tutta la propria creatività, per creare nuove storie.

Esprimere la creatività nelle favole: i consigli di un espertoAllegra-Dami

Come sviluppare il processo creativo e quali possono essere i vari significati delle favole? Diario Creativo l’ha chiesto a chi ha fatto della creatività una professione: Allegra Dami, fondatrice di Dami Just for kids, start up che realizza personaggi mirati all’intrattenimento.

 Questi i suoi consigli…

-La creatività può essere espressa in diverse forme

La creatività è certamente alla base del mio lavoro. Ma allo stesso tempo ci vuole molto altro per far si che le idee non rimangano solo idee e che siano considerate interessanti anche da altre persone! Perché i meandri della creatività sono infiniti ed è facile perdervisi. Nel mio caso, per esempio, la mia sfortuna di non saper disegnare, è forse stata anche la mia fortuna perché mi ha permesso di concentrarmi anche su altri aspetti fondamentali del mio lavoro, come la produzione, ma anche la parte economica e finanziaria.

-La favola, uno strumento per comunicare

La favola è il linguaggio perfetto per comunicare qualcosa che altrimenti suonerebbe difficile o noioso. Grazie al racconto e ai personaggi si possono affrontare problemi o situazioni delicate con più serenità sia per chi le narra sia per chi le ascolta. Nelle favole, infatti, ci si identifica senza che nessuno ci giudichi, si impara a conoscere noi stessi e gli altri. Grazie ad esse si può osservare la realtà da un punto di vista differente e imparare con meno fatica, perché sono una piacevole copertina di Linus che aiuta (anche noi adulti) a far si che crescere non significhi invecchiare.

La giornata “La matita delle idee”

Allegra Dami farà inoltre anche parte della giuria di “C’era una volta… Favole a colori” e coordinerà quindi la giornata “La matita delle idee” in premio per la 2° e la 3° scuola classificata. Si tratta di un workshop in cui insegnanti e studenti hanno modo di incontrare un membro della giuria e ricevere così spunti e idee su come interpretare le infinite forme della creatività. Ad esempio, il tema dell’incontro con Allegra Dami sarà come animare una favola, proprio partendo dal racconto inventato dalla Scuola.

Ecco come intenderà affrontare l’argomento:

Mi piacerebbe far vivere nella pratica ai ragazzi la nascita di un personaggio e come si sviluppa un cartone animato. Fornirò delle linee guida su come inventare un personaggio, dare un ruolo al protagonista, creare dei personaggi secondari e un antagonista. Affronteremo la ricerca di una morale importante e semplice sulla quale costruire la storia. Fornirò quindi degli scenari e delle ambientazioni in cui i personaggi potranno muoversi.  Chi è più creativo potrà esprimersi al meglio e chi meno avrà modo di trasformare la creatività in una produzione!

Ogni produzione è una bellissima orchestra con tanti ruoli differenti, tutti ugualmente importanti. Ci divertiremo promuovendo un messaggio a mio avviso molto importante.

Vi piacerebbe poter regalare questo premio alla vostra classe? Fatela partecipare a “C’era una volta… favole a colori”: in paio tante altre sorprese! Scoprite qui come provare a vincerle!