Il riuso e i bambini, per un laboratorio che parla di sostenibilità CategoriesEducare alla sostenibilità

Il riuso e i bambini, per un laboratorio che parla di sostenibilità

Parlare alle nuove generazioni affrontando i temi proposti da Agenda 2030 è un impegno più che sostenibile, significa coinvolgerli in un progetto per un futuro migliore. I modi sono infiniti e la creatività è un vettore importante.

Api, riuso e sostenibilità
Questa nuova proposta di Mook è appositamente pensata per il coinvolgimento dei più piccoli. Perché si può parlare di sostenibilità ad ogni età. Più i concetti sono semplici, più sono facili da trasmettere e più li ricordiamo.

Nell’esempio che vedete nella foto 1 Mook ha usato la metafora delle api facendo disegnare e colorare ad ogni bambino un’ape diversa.

Le api sono insetti operosi e al tempo stesso molto simbolici: capaci di produrre molte cose, dal miele, alla cera, alla pappa reale. E tutti questi ‘prodotti’ possono essere riciclati e riutilizzati sia dalle api stesse che dall’uomo e fanno anche bene! Nulla infatti viene buttato di questa produzione sorprendente.

Disegnare e personalizzare api, diventa un pretesto per raccontate loro come un piccolo insetto molto operoso sia in grado di fare grandi cose.

Una volta che i bambini hanno terminato, i disegni sono stati assemblati insieme alle ‘mattonelle di pennarelli esausti’ precedentemente preparate, in una composizione a forma di alveare per essere fissate poi sulla parete, avvicinando disegni alle mattonelle in una composizione armonica, e creando così elementi decorativi curiosi e coloratissimi.

Il risultato è una cornice Optical pensata per abbellire la classe e dare risalto ai disegni dei bambini, ma al tempo stesso un laboratorio per i piccoli per parlare di cose difficili, e non solo, nel suo insieme, un oggetto di eco-design mnemonico sul tema della sostenibilità.

Diventare eco-designer fin da piccoli.
Partendo da buoni esempi si è in grado di riprodurre molte cose belle. Basta seguire i percorsi e gli spunti, che pubblichiamo settimanalmente su Diario Creativo, assimilare i meccanismi che ci introducono alla creatività, e infine mettersi in gioco, provando e riprovando.

Ad ogni scuola che caricherà una o più opere Educare alla sostenibilità – Diario Creativo – FILA, spediremo fino ad esaurimento scorte e a partire da fine febbraio 2022, un omaggio quale ringraziamento per l’impegno e la condivisione.

Abbiamo scelto di inviare l’oggetto che da sempre rappresenta per noi la progettualità: LA MATITA. Le matite non richiedono energia per funzionare se non quella della mente e permettono di cancellare e riprogettare all’infinito. È per questo che ogni scuola che condividerà l’elaborato riceverà 144 matite FILA – LYRA TEMAGRAPH con gomma, realizzate con legno certificato PEFC, da foreste gestite in maniera corretta e sostenibile*-

Per qualsiasi dubbio o informazione scrivi a info@lamatitadelleidee.it

Seguiteci su Diario Creativo.

*Le matite Lyra e i pastelli Giotto sono realizzati già dal secolo scorso in legno Cedro della California, oltre ad essere tra i legnami storicamente più adatti alla lavorazione delle matite, la gestione dei boschi di provenienza è da tempo rispettosa di rigidi protocolli di sostenibilità della certificazione PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes). Il legno di Cedro proviene dalle foreste della California dove gli alberi che maturano vengono raccolti e al loro posto nuovi alberi vengono piantati creando la prossima generazione di foreste. I cicli di raccolta sono separati da lunghi periodi di tempo e comportano il taglio solo di una piccola percentuale degli alberi esistenti, secondo regole ben precise per mantenere la biodiversità e promuovere un mix naturale di flora e fauna che consenta la sopravvivenza di specie animali, anche in via di estinzione.